NUE: ☎︎ 112

Se stai lottando contro depressione, autolesionismo, pensieri suicidi, se hai necessità di sfogarti parlando o se conosci qualcuno che ha bisogno di una mano, per favore contatta uno dei consulenti dei servizi che trovi qui sotto. Saranno pronti ad ascoltarti in qualsiasi momento. Per un pericolo immediato, chiama il numero di emergenza locale (☎︎ 112 o ☎︎ 118, numeri verdi di pronto intervento) o recati immediatamente al pronto soccorso più vicino.


Samaritans Onlus
www.samaritansonlus.org
☎︎ 800 860022
Perdersi d'animo mai
www.prevenzionedelsuicidio.it
☎︎ 800 180950
Telefono amico
www.telefonoamico.it
☎︎ 199 284284*

*Possono essere applicate tariffe proprie.  


Ricordati che, anche se il tempo è un fattore importante per superare la fase critica, importa anche ciò che accade nel frattempo. Quando uno si trova a pensare al suicidio, deve parlare dei suoi sentimenti immediatamente. Certamente parlarne in famiglia è molto difficile. Un amico fidato può essere una buona scelta. In alternativa, è possibile rivolgersi a uno dei centri di assistenza sopra riportati che permettono di parlarne con uno sconosciuto, cosa che a molti viene più facile. Ci sono centri di assistenza in tutto il mondo, con volontari che sono stati preparati ad ascoltare. È consigliabile anche parlarne col proprio medico curante, al fine di diagnosticare una possibile depressione clinica. Questo è un problema medico causato da uno squilibrio chimico che può essere curato con la prescrizione di medicine o il rinvio ad una terapia. Niente di preoccupante: non è nulla di così tanto grave né di cui vergognarsi. I medici e gli operatori dei centri di assistenza sono tenuti al segreto professionale, per cui nessuno, nemmeno i genitori, verranno a sapere nulla. Talvolta può tornare utile anche il supporto di una guida spirituale.

È bene sottolineare tre punti fondamentali riguardanti il suicidio:

  1. esso è una soluzione permanente ad un problema temporaneo;
  2. quando si è depressi, si tende a vedere le cose dalla prospettiva più negativa del momento presente: una settimana o un mese dopo le cose mediamente sembrano completamente differenti;
  3. la maggior parte delle persone che ad un certo punto hanno pensato di suicidarsi ora è contenta di vivere: dicono che non intendevano porre fine alla loro vita, ma che volevano solamente far smettere il dolore.